Ibra-Lukaku, rissa pazzesca ecco le frasi pesantissime che si sono detti

Uno scontro senza precedenti a fine primo tempo, con i compagni a dividerli. I due si cercano fisicamente. Nella ripresa Zlatan si fa espellere e a fine gara si scusa con i compagniDi riti voodoo e di gol, di derby e di vergogna. La peggiore delle vergogne, la Scala del calcio come un saloon, peccato che il film faccia tristezza, oltre che il giro del mondo come uno spot al contrario per il calcio italiano. Ibrahimovic e Lukaku segnano, s. Ma di questa nottata gelida nessuno ricorder il destro allangolino di Zlatan, o il rigore da manuale di Romelu. La rissa a fine primo tempo tra i due, con parole che tirano in ballo parenti, origini africane e idee religiose, invece destinata a non esser pi dimenticata. In fondo che i due non si amassero era cosa nota, dai tempi dello scommesse sulle doti tecniche allo United. In area rossonera per si andati oltre.Tutto accade a fine primo tempo. Si scatena il parapiglia, Ibra e Lukaku si cercano, i labiali non tradiscono. Ibra incrocia lo sguardo del belga, sorride in maniera provocatoria e poi fa al nerazzurro Chiama tua mamma, vai a fare i tuoi riti voodoo di merda, piccolo asino. Il riferimento al voodoo va spiegato. In Inghilterra fece scalpore quando Lukaku rifiut di rinnovare il contratto con lEverton, nonostante unofferta super dei dirigenti di allora, perch a un passo dalla firma fu cos consigliato da mamma Adolphine, donna di origine congolese, che in un rito voodoo - appunto - avrebbe ricevuto il suggerimento di far firmare il figlio con il Chelsea. Era il 2017, Lukaku poi lasci effettivamente lEverton, ma and allo United, trovandosi come compagno proprio Ibrahimovic. Romelu ha capito subito il riferimento di Ibra, ovviamente. E infatti ha replicato Vuoi parlare di mia madre Perch. E poi Fottiti, tu e tua madre. Parliamo della tua, di mamma una p.... La cosa andata avanti sotto gli occhi e le orecchie di Valeri, che ha ammonito i due giallo che peraltro far saltare allinterista la semifinale di andata. Perch parli solo con me Vai a parlare con lui, ha chiesto Lukaku allarbitro. Ibra intanto continuava a sorridere Ti aspetto dopo. E il dopo arrivato, perch appena terminato il primo tempo un incontenibile Lukaku andato a cercare fisicamente lo svedese, fermato a fatica dal team manager nerazzurro Tagliacarne, da Lele Oriali e da alcuni compagni.Nel secondo tempo ci ha pensato Ibra a evitare altri scontri diretti, andandosi a cercare il secondo giallo. Poi il pareggio di Lukaku e unesultanza che in cuor suo il belga non pu non aver dedicato alla mamma, la persona di cui Big Rom dice Sei lunica donna che conta per me. la donna che ha cresciuto il ragazzo la storia del latte allungato fa parte della biografia di Romelu e che oggi si prende cura anche del figlio di Lukaku, Romeo. Il derby anche questo, ci sono situazioni che ti fanno arrabbiare ha provato a dribblare Antonio Conte . Mi piace vedere Romelu cos, sul pezzo. Ibra ha la cattiveria del vincente, Romelu sta crescendo sotto questo punto di vista. Se si arrabbia, mi fa solo che piacere. Piacere, per la verit, che Big Rom si sarebbe evitato volentieri. Di l, c uno Zlatan silenzioso. Che a fine partita nello spogliatoio si scusato con i compagni per il cartellino rosso, ma ha assicurato di non aver usato parole razziste secondo la ricostruzione che filtra dal Milan, sarebbe stato Lukaku ad attaccare briga con Romagnoli e Saelemaekers, e Ibra sarebbe intervenuto in difesa dei compagni. La sua religione il rispetto delle religioni degli altri. Cos ha sempre detto Ibra, mamma croata cattolica, pap bosniaco musulmano. Non si mai curato del credo degli altri e dei paesi di origine. Due porte, un campetto, un pallone. A Rosengard si stava tutti insieme. Ma a Rosengard, chiamato il ghetto dalla parte borghese di Malmoe, si impara anche un linguaggio un po cos, certi modi spicci che ogni tanto riaffiorano. E la carriera di Zlatan, che allInter ha segnato la rete numero 499 ed andato in gol per il terzo derby di fila, piena di liti, gomitate, squalifiche. Ultimo incidente diplomatico, pochi giorni fa con Zapata che ironizzava sui tanti rigori concessi ai rossoneri. Il gol segnato allInter non bastato a calmargli i nervi. Contro Lukaku gli sono sfuggite parole di troppo che non lasceranno il segno in campionato eventuali squalifiche saranno da scontare nella prossima Coppa Italia, ma lasciano unombra sul suo derby. Il battibecco ha influito, la prima ammonizione ha causato lespulsione, ha commentato Pioli. Sono adulti e vaccinati, non so che cosa si siano detti, pu capitare, Ibra ha chiesto scusa da grande campione qual . Bisogna passarci sopra e pensare alla prossima partita. Dopo due sconfitte, per quanto molto diverse fra loro, il Milan deve ritrovare il passo e la serenit. E dovr farlo anche Zlatan.Tipster space - Betting Tips and Predictions from experts - Bet Advisor, Tipster premium sports betting tips from experts. Odds comparison, manage your bet, tipster competition, free bets, Bonus comparations.

 
Hello
Calcio Serie A
Ibra-Lukaku, rissa pazzesca: ecco le frasi pesantissime che si sono detti
27 · gen · 2021
Ibra-Lukaku rissa pazzesca ecco le frasi pesantissime che si sono detti tipster walking tipster news table
Ibra-Lukaku rissa pazzesca ecco le frasi pesantissime che si sono detti tipster walking tipster news table
Ibra-Lukaku rissa pazzesca ecco le frasi pesantissime che si sono detti tipster walking tipster news table
Ibra-Lukaku rissa pazzesca ecco le frasi pesantissime che si sono detti tipster walking tipster news table
Uno scontro senza precedenti a fine primo tempo, con i compagni a dividerli. I due si cercano fisicamente. Nella ripresa Zlatan si fa espellere e a fine gara si scusa con i compagni
Di riti voodoo e di gol, di derby e di vergogna. La peggiore delle vergogne, la Scala del calcio come un saloon, peccato che il film faccia tristezza, oltre che il giro del mondo come uno spot al contrario per il calcio italiano. Ibrahimovic e Lukaku segnano, sì. Ma di questa nottata gelida nessuno ricorderà il destro all’angolino di Zlatan, o il rigore da manuale di Romelu. La rissa a fine primo tempo tra i due, con parole che tirano in ballo parenti, origini africane e idee religiose, invece è destinata a non esser più dimenticata. In fondo che i due non si amassero era cosa nota, dai tempi dello scommesse sulle doti tecniche allo United. In area rossonera però si è andati oltre.Tutto accade a fine primo tempo. Si scatena il parapiglia, Ibra e Lukaku si cercano, i labiali non tradiscono. Ibra incrocia lo sguardo del belga, sorride in maniera provocatoria e poi fa al nerazzurro: "Chiama tua mamma, vai a fare i tuoi riti voodoo di merda, piccolo asino". Il riferimento al voodoo va spiegato. In Inghilterra fece scalpore quando Lukaku rifiutò di rinnovare il contratto con l’Everton, nonostante un’offerta super dei dirigenti di allora, perché a un passo dalla firma fu così consigliato da mamma Adolphine, donna di origine congolese, che in un rito voodoo - appunto - avrebbe ricevuto il suggerimento di far firmare il figlio con il Chelsea. Era il 2017, Lukaku poi lasciò effettivamente l’Everton, ma andò allo United, trovandosi come compagno proprio Ibrahimovic. Romelu ha capito subito il riferimento di Ibra, ovviamente. E infatti ha replicato: "Vuoi parlare di mia madre? Perché?". E poi: "Fottiti, tu e tua madre. Parliamo della tua, di mamma: è una p...". La cosa è andata avanti sotto gli occhi e le orecchie di Valeri, che ha ammonito i due (giallo che peraltro farà saltare all’interista la semifinale di andata). "Perché parli solo con me? Vai a parlare con lui", ha chiesto Lukaku all’arbitro. Ibra intanto continuava a sorridere: "Ti aspetto dopo". E il dopo è arrivato, perché appena terminato il primo tempo un incontenibile Lukaku è andato a cercare fisicamente lo svedese, fermato a fatica dal team manager nerazzurro Tagliacarne, da Lele Oriali e da alcuni compagni.Nel secondo tempo ci ha pensato Ibra a evitare altri scontri diretti, andandosi a cercare il secondo giallo. Poi il pareggio di Lukaku e un’esultanza che in cuor suo il belga non può non aver dedicato alla mamma, la persona di cui Big Rom dice: "Sei l’unica donna che conta per me". È la donna che ha cresciuto il ragazzo – la storia del latte allungato fa parte della biografia di Romelu – e che oggi si prende cura anche del figlio di Lukaku, Romeo. "Il derby è anche questo, ci sono situazioni che ti fanno arrabbiare – ha provato a dribblare Antonio Conte –. Mi piace vedere Romelu così, sul pezzo. Ibra ha la cattiveria del vincente, Romelu sta crescendo sotto questo punto di vista. Se si arrabbia, mi fa solo che piacere". Piacere, per la verità, che Big Rom si sarebbe evitato volentieri. Di là, c’è uno Zlatan silenzioso. Che a fine partita nello spogliatoio si è scusato con i compagni per il cartellino rosso, ma ha assicurato di non aver usato parole razziste (secondo la ricostruzione che filtra dal Milan, sarebbe stato Lukaku ad attaccare briga con Romagnoli e Saelemaekers, e Ibra sarebbe intervenuto in difesa dei compagni). La sua religione è il rispetto delle religioni degli altri. Così ha sempre detto Ibra, mamma croata cattolica, papà bosniaco musulmano. Non si è mai curato del credo degli altri e dei paesi di origine. "Due porte, un campetto, un pallone. A Rosengard si stava tutti insieme". Ma a Rosengard, chiamato il ghetto dalla parte borghese di Malmoe, si impara anche un linguaggio un po’ così, certi modi spicci che ogni tanto riaffiorano. E la carriera di Zlatan, che all’Inter ha segnato la rete numero 499 ed è andato in gol per il terzo derby di fila, è piena di liti, gomitate, squalifiche. Ultimo incidente diplomatico, pochi giorni fa con Zapata che ironizzava sui tanti rigori concessi ai rossoneri. Il gol segnato all’Inter non è bastato a calmargli i nervi. Contro Lukaku gli sono sfuggite parole di troppo che non lasceranno il segno in campionato (eventuali squalifiche saranno da scontare nella prossima Coppa Italia), ma lasciano un’ombra sul suo derby. "Il battibecco ha influito, la prima ammonizione ha causato l’espulsione", ha commentato Pioli. "Sono adulti e vaccinati, non so che cosa si siano detti, può capitare, Ibra ha chiesto scusa da grande campione qual è. Bisogna passarci sopra e pensare alla prossima partita". Dopo due sconfitte, per quanto molto diverse fra loro, il Milan deve ritrovare il passo e la serenità. E dovrà farlo anche Zlatan.





News & Press
 
 
1
Sport Covid
L'ipocrisia nel calcio prevale sul buons…
 
2
Calcio Europa
Solo City e Atletico meglio dell'Inter: …
 
3
Sport Covid
Lazio-Toro non si gioca L'Asl ha vietato…
 
4
Calcio Serie A
Roma, Cristante: Partiti male, non ci so…
 
5
Calcio Europa
Milan, Calabria suona la carica: Che par…
 
6
Pagelle
Roma-Milan, le pagelle: Veretout insosti…
 
7
Calcio Serie A
Juric: Secondo tempo dominato. E possiam…
 
8
Calcio Serie A
CR7 troppo solo, gli assenti dietro, la …
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 





icona-home
 
Bonus Comparations
Here you will find useful information to know which bonus is most beneficial for you.div>







Paper

Downloads






Brochure

Read more
 
t:0.54 s:55061 v:3067051
TIPSTER-space
Why us →
Design →
Smart App →
Comparations →
Bonus →
Certifications →
SERVICES
Analytics →
Marketing →
Assistance →
Develope →

TECHNOLOGY
iOS →
Android →
PWA →
WEB →
SMS →
Mailing →
WEB APP
Personal Blog →
Customer's Registrations →
Online CRM →
Fast Shop →
App Sports →

NEWS
Communications →
Events →
TIPSTER
©:2020
info@tipster.space
Tel: +045850080029
Copyright 2020
BetAdvisor.com
 
 
Ibra-Lukaku rissa pazzesca ecco le frasi pesantissime che si sono detti tipster walking tipster news table





Phone
Call: +045850080029
CALL NOW
 
REGISTER
HOME
TODAY'S TIPS
ADVISORS
NEWS
STRATEGY
RACES
UPDATES
MENU
LOGIN
...